Mane nobiscum Domine!

Signore Gesù, arriva sempre e per tutti il momento in cui quello che ritenevamo di aver costruito sulla roccia crolla senza scampo. Le nostre certezze acquisite vacillano rovinosamente e le nostre speranze cessano di avere vita. In questa situazione, come i discepoli di Emmaus, non possiamo che supplicarti: “Rimani con noi, perché si fa sera”.

 

Dopo aver vissuto a Gerusalemme un giorno solenne e doloroso, quei discepoli, mentre tornavano dal loro villaggio in un cammino di dubbio e di fede, ebbero la forza di raccontare a un Forestiero una storia di passione e di gloria, gridandogli l’essenziale per continuare a sperare: “Resta con noi”.

Convinti di essere stati testimoni di una storia fallita, cercarono di riscattare la loro delusione facendo un invito a quel Pellegrino, che osava spiegare loro ciò che avrebbero dovuto conoscere e, nonostante la pesantezza del loro racconto senza luce, seppero dirgli: “Rimani con noi, perché il giorno volge al declino”.

Fermandoti, spezzasti il pane, apristi i loro occhi e così donasti un motivo per credere e sperare ancora.

Anche noi, resi forti e nutriti di Te, Cibo dei viandanti, vero amico dei nostri giorni, potremo riprendere il nostro cammino, sicuri che mai mancherà il pane di ogni giorno per la vita del mondo.

Per questo vorremo ripeterti: “Rimani con noi, Signore!”, ma forse è più necessario dirti: “Facci restare in Te, o Signore”.

Don Paolo Manna