Evento di grazia

Ogni giorno il sole sorge portando novità! Ci sono avvenimenti particolari anche per noi SMI che in questo periodo, implorando la luce dall’alto,

ci accingiamo a celebrare il V Capitolo generale. Le partecipanti al Capitolo sono presenti alla Curia generalizia già dall’ultima settimana del mese di giugno; sono arrivate dai tre continenti ove le SMI svolgono la missione. Le capitolari si preparano a questo evento con la preghiera, lo studio e momenti di fraternità. Si susseguono avvenimenti importanti e straordinari. Il 26 giugno alle ore 6.00 del mattino, si sono messe in viaggio verso la Basilica di S. Pietro per incontrare il Santo Padre nell’udienza generale del Mercoledì, dove sono state arricchite ed incoraggiate dalle Sue parole. Il papa spiega: “Diversamente dalla società umana, dove si tende a fare i propri interessi a prescindere o persino a scapito degli altri, la comunità dei credenti bandisce l’individualismo per favorire la condivisione e la solidarietà”. Queste parole risuonano ancora nel cuore di ogni SMI e le entusiasmano a rinnovare la loro vita. È stato un momento di particolare emozione e di gioia quando il Santo Padre, chiamando per nome le Suore Missionarie dell’Incarnazione, ha rivolto un saluto alle Congregazioni religiose che vivono l’esperienza del Capitolo generale. L’incontro si è concluso con una foto ricordo insieme al Papa, che con tanta gioia e semplicità si è messo in mezzo a noi. Dopo aver vissuto l’incontro con il “Dolce Cristo in terra”, le Capitolari sono andate davanti alla tomba di San Pietro,come un atto preliminare del Capitolo, per rinnovare la loro professione di fede con la recita del Credo. In seguito, la partecipazione alla S. Messa nella Chiesa di Spirito Santo in Sassia è stata fonte di nutrimento spirituale. Il 29 Giugnoè stato un altro momento di pellegrinaggio arricchente, la visita al Santuario di San Pio di Pietrelcina a San Giovanni Rotondo. La visita a questi luoghi santificati dalla presenza del Santo e dalle sue Reliquie ci hanno regalato la nostalgia del Cielo.